Costellazione di Orione: fatti, misteri e mitologia

Nel corso della storia, la costellazione di Orione è stata di grande importanza e il suo schema si ripete sui monumenti di tutto il mondo antico. Ma perché Orione era così importante per queste civiltà?

Il bagliore di Orione

La costellazione contiene due delle stelle più luminose del cielo, Betelgeuse e Rigel, e ha un totale di 81 stelle. Le star principali sono: Betelgeuse (Alpha Orionis), Bellatrix (Gamma Orionis), Alnitak (Zeta Orionis), Alnilam (Epsilon Orionis), Mintaka (Delta Ori), Saiph (Kappa Orionis) e Rigel (Beta Orionis).

La stella più luminosa della costellazione di Orione è Rigel, ed è considerata la settima stella più luminosa del cielo. Si trova a circa 773 anni luce dalla Terra e la sua luminosità è 40.000 volte quella del Sole ed emette 100.000 volte l’energia da esso prodotta.

Il mito dietro Orione

Essendo una delle costellazioni più visibili nel cielo, Orione è sempre stato presente in varie mitologie e storie.

Nella mitologia greca, Orione era un cacciatore gigante che fu messo tra le stelle da Zeus dopo la sua morte. Secondo il mito, Orione era figlio di Poseidone, il dio greco del mare, dal quale ereditò la capacità di camminare sulle acque. Dopo aver attraversato il mare fino all’isola di Chios, dove attaccò la figlia del sovrano dell’isola, Orione fu accecato come punizione. Tuttavia, in seguito fu guarito da Helios, la personificazione greca del sole.

Orion divenne arrogante per le sue grandi capacità di caccia e giurò di uccidere ogni creatura del pianeta. La Dea della Terra Gaia ha risposto inviando uno scorpione gigante per distruggerlo. Nella battaglia che ne seguì, Orione fu ucciso e sia lui che lo scorpione furono posti tra le stelle.

Orione è presente anche nella mitologia egizia e, secondo lei, gli dei discendono dalla cintura di Orione e Sirio, la stella più luminosa del cielo.

La Nebulosa di Orione

Orione ospita anche uno degli oggetti più belli del cielo notturno: la Nebulosa di Orione, nota agli astronomi come M42.

La terza “stella” nella spada di Orione non è una stella, ma la nebulosa di Orione. Se guardi da vicino con il binocolo, non vedrai una, ma molte stelle.

dove nascono le stelle

Le immagini della Nebulosa di Orione, catturate dal telescopio spaziale Hubble nel 2006, sono state in grado di rilevare dischi di polvere attorno ad alcune delle giovani stelle.

Questi dischi potrebbero formare i propri sistemi solari, motivo per cui la costellazione di Orione è una delle costellazioni che spicca di più nel cielo notturno.

Orione e le Piramidi

C’è una teoria secondo cui le piramidi di Giza imitano la cintura di Orione.

Le 3 piramidi, così come le 3 stelle della cintura della costellazione di Orione, non sono in esatta simmetria. Ciò dimostrerebbe che non si tratta di un errore di calcolo, ma che sono stati appositamente costruiti in questo modo. Inoltre, l’orientamento di queste piramidi è verso il fiume Nilo, proprio come l’orientamento della costellazione è verso la Via Lattea .

L’antica città di Teotihuacan, situata in Messico, è un’altra meraviglia di antica costruzione legata ad Orione. Secondo la teoria, come le piramidi di Giza, i monumenti di questa città puntano direttamente alle tre stelle della cintura di Orione.

La separazione della costellazione

Le stelle di Orione si stanno gradualmente separando. Tuttavia, poiché si trovano a grandi distanze dalla terra, per noi la costellazione rimarrà la stessa per molto tempo, anche dopo che la maggior parte delle altre costellazioni avrà cambiato forma.

Un evento che potrebbe cambiare questo fatto sarebbe la supernova di Betelgeuse, che si prevede accadrà nel prossimo milione di anni.

Provocherebbe una luce molto intensa e dopo alcune settimane scomparirebbe, lasciando un luogo oscuro dove ora si trova la spalla di Orione.

Come trovare la costellazione di Orione nel cielo

Orione può essere visto sia dall’emisfero settentrionale che da quello meridionale ed è facile da trovare. Il modo più semplice è cercare le tre stelle che compongono la tua “cintura”. Queste tre stelle sono Alnitak, Alnilam e Minatka, anche popolarmente conosciute come 3 marias. Formano uno dei modelli più riconoscibili nel cielo.

Un altro modo per trovare Orione è cercare le quattro stelle che rappresentano le sue spalle. Queste stelle sono Betelgeuse, Bellatrix, Rigel e Saiph.

Gli studi su questa costellazione continuano e non smettono mai di stupirci con il suo gran numero di segreti. Ora che conosci i più grandi misteri di questa costellazione, puoi prestare maggiore attenzione al cielo e osservare questa importante guida della storia umana.

/ 5
Grazie per aver votato!
Total
3
Shares
Related Posts
Total
3
Share