Perché le piramidi cinesi sono coperte dal mistero?

Le piramidi, cinesi praticamente sconosciute, sono monumenti storici che ora lottano contro le ingiurie del tempo e degli elementi. Le elaborate pareti di una grande struttura furono portate all’attenzione del mondo occidentale, accidentalmente dal pilota statunitense James Gaussman verso la fine della seconda guerra mondiale. 
Il suo motore si è guastato quando è tornato da una missione per aiutare l’esercito cinese in rotta verso la sua base ad Assam, in India. Sorvolando Xi’an a bassa quota, Gaussman rimase sbalordito dal sito di un’enorme piramide in lontananza. Il pilota non ha sprecato questa preziosa occasione ed è volato sopra, scattando le fotografie che avrebbero poi accompagnato un rapporto presentato alle autorità governative statunitensi.
Nel 1947, un altro pilota statunitense, appassionato della leggenda della misteriosa piramide cinese “Great White” di Gaussman, volò abbastanza vicino alla struttura per intravedere di persona. Ha stimato che l’antica meraviglia fosse alta tra i 400 ed i 450 metri, in confronto alla grande piramide egizia di Giza che ha un’altezza di circa 120 metri dalla base al vertice.

La prima testimonianza: Fred Meyer Schroeder

La conoscenza delle piramidi cinesi è avvenuta in diverse fasi e in maniera molto graduale. La prima testimonianza risale al 1912. L’agente di viaggio americano Fred Meyer Schroeder, nel corso di uno spostamento nell’entroterra, riporta l’avvistamento di una serie di piramidi nella provincia dello Shaanxi.

«È stato più inquietante di quanto le avessimo trovate nel deserto», scrive nel suo diario. «Queste piramidi sono in qualche modo esposte agli occhi del mondo, ma ancora completamente sconosciute agli occidentali». La guida di Schroeder, un monaco buddista, spiega che le piramidi si trovano lì almeno da 5 mila anni.

Schroeder stima che la piramide principale raggiungeva almeno i 300 metri di altezza, con i lati della base lunghi 500 metri, dimensioni che darebbero una struttura dal volume dieci volte superiore a quello della Grande Piramide in Egitto.

La seconda testimonianza: James Gaussman

La seconda testimonianza, quella citata in apertura del post, fu del pilota dell’US Army Air Force James Gaussman, il quale riportò l’avvistamento di una grande piramide bianca durante un volo tra l’India e la Cina nel 1945, in piena Seconda Guerra Mondiale. Così fece rapporto il militare:

«Volavo attorno ad una montagna, seguita da una valle. Direttamente sotto di noi abbiamo individuato una gigantesca piramide bianca. Sembrava di essere in una fiaba: la piramide era avvolta in un bianco luccicante. Potrebbe essere stata di metallo o di qualche altro tipo di pietra. La cosa curiosa è che alla sua sommità c’era un grande pezzo di materiale prezioso, simile ad una gemma. Sono rimasto profondamente colpito dalle dimensioni colossali della struttura».

James Gaussman

La terza testimonianza: Maurice Sheahan

La terza testimonianza, documentata da una fotografia, si deve al colonnello Maurice Sheahan, direttore per l’Estremo Oriente della Trans World Airlines. Nel 1947, durante un volo su una valle nei pressi delle montagne Qin Ling, Sheahan individuò una piramide gigante che riusci prontamente a fotografare.

La scoperta venne riportata sull’edizione del 28 marzo 1947 del New York Times. Nell’articolo si stimava che la piramide raggiungesse i 300 metri di altezza con una base di 500 metri per lato, dimensioni che farebbero impallidire la piramide di Giza.

Due giorni dopo, nell’edizione domenicale, il New York Times pubblicava anche la foto scattata da Sheahan. Nel frattempo, in una lettera inviata all’Associated Press, gli archeologi cinesi negavano che tale piramide esistesse.

La struttura verrà in seguito identificata come il ben noto tumulo Maoling, ovvero la tomba dell’imperatore Wu di Han (156-87 a.C.), posizionata nella provincia di Shaanxi, a circa 40 chilometri a ovest della capitale Xi’an.

Una mappa dettagliata dell’US Air Force della zona intorno alla città di Xian, realizzata con l’utilizzo di fotografie satellitari, mostra almeno 16 piramidi.

Alla scoperta del segreto

Solamente nel 2000, la Cina riconosce che esistono circa 400 piramidi nella regione dello Shanxi, a nord di Xi’an. Più piccoli della leggendaria piramide “Great White”, questi antichi resti sono stati classificati da alcuni come tumuli funerari. Mentre alcune di queste strutture servono effettivamente come tombe, altri suggeriscono che le prime piramidi cinesi servissero a uno scopo più misterioso. Hausdorf nel suo libro “The White Pyramid”, afferma addirittura che queste strutture hanno un’origine extraterrestre.

Quanti anni hanno? Mentre molte possono essere datate a varie dinastie, si ritiene che altre siano più antichi. Analizzando una fotografia aerea di una serie di piramidi a est di Xi’an, il ricercatore e autore di antiche civiltà Graham Hancock ha stabilito che la loro disposizione coincideva con la costellazione dei Gemelli. Una ulteriore analisi al computer stabilirà che la posizione è la stessa di quella della costellazione dei Gemelli durante l’equinozio di primavera del 10.500 a.C.

La maggior parte delle piramidi successive appartenenti alla dinastia Xia orientale (1032-1227) sono in uno stato di estremo abbandono: molte mostrano profonde crepe e rischiano di sgretolarsi completamente. “L’insieme dei luoghi di sepoltura dei nobili rischia di scomparire”, ha confessato il vicedirettore dell’ufficio di amministrazione delle tombe, Dai Wenzhen, in un articolo dell’agenzia di stampa statale cinese Xinhua. Secondo Dai, la maggior parte delle tombe della dinastia Xia, situate nella regione di Ningxia, porrebbero problemi simili e alcune potrebbero anche essere catalogate come “rovine”. Secondo Xinhua, sono stati stanziati 1,25 milioni di dollari per il restauro delle tombe, ma sono stati solo sufficienti per tenere a bada un’ulteriore erosione.

Mentre le 207 tombe e i nove mausolei di Ningxia hanno a malapena sopportato i danni del tempo, le piramidi praticamente sconosciute nello Shanxi sono più stabili e imponenti. Secondo alcune stime, la maggior parte di queste 400 strutture nello Shanxi furono costruite durante la dinastia del tirannico imperatore Qin Shihuang (259-210 aC), per custodire, nel loro ultimo sonno, i resti della sua corte imperiale e ordinò che fossero costruite vicino la sua tomba.

Il mistero della piramide di Qin Shihuang

L’imperatore Qin Shihuang è noto per la sua ossessiva ricerca del segreto dell’immortalità. La sua febbre per raggiungere la gloria lo porta a creare una delle meraviglie più intriganti e ambite del pianeta: l’imponente “Esercito di terracotta”, una distesa di soldati e cavalli lunga quasi un chilometro che rappresenta la sua grande guardia. L’attenzione ai dettagli è così squisita che non esistono due figure uguali; spingendo alcuni a credere che ogni figura fosse stata creata per rappresentare una persona reale di quel tempo. Le reliquie di questo monarca dispotico hanno catturato l’attenzione del mondo da quando sono state scoperte per la prima volta nel 1978. Tuttavia, i tesori nascosti all’interno della sua piramide funeraria rimangono congetture.

Secondo antichi documenti cinesi, gli stessi testi che hanno aiutato gli archeologi a scoprire i soldati di terracotta, l’imperatore Qin ha cercato di costruire la sua piramide sotterranea come una replica esatta del territorio cinese. I testi spiegano che la gigantesca volta interna della camera è adornata in rame e tempestata di gioielli, che simulano le stelle del firmamento. Vanta anche una replica artificiale dei fiumi della Cina, che scorrerebbero con mercurio. Spedizioni scientifiche, infatti, confermano che la terra che ricopre la superficie della piramide contiene rilevanti concentrazioni di questo metallo liquido.

Protetta dalla collina, la tomba del celebre imperatore rimane tuttora inviolata, sebbene oggi si disponga di tutti gli strumenti per poterla aprire. Il Governo Cinese non ha mai concesso il permesso di scavo, ed ecco che Qin Shi Huang riposa lì, intoccato, tenendo per sé irrisolti misteri.

/ 5
Grazie per aver votato!
Total
1
Shares
Related Posts
Total
1
Share