Piramide di Giza Fatti strani

La Grande Piramide è un vero capolavoro e si è giustamente guadagnata il titolo di “Meraviglia”. È stato costruito con una tale precisione che la nostra tecnologia attuale non è in grado di replicarlo. Ci sono così tanti fatti interessanti su questa Piramide che sconcerta archeologi, scienziati, astronomi e turisti.

Si stima che la piramide contenga circa 2.300.000 blocchi di pietra che pesano da 2 a 30 tonnellate ciascuno e ci sono anche alcuni blocchi che pesano oltre 50 tonnellate.

La Piramide di Menkaure, la Piramide di Chefren e la Grande Piramide di Cheope sono esattamente allineate con la costellazione di Orione.

La base della piramide copre 55.000 m2 (592.000 piedi 2) con ogni lato maggiore di 20.000 m2 (218.000 piedi2) di area.

La temperatura interna è costante ed è uguale alla temperatura media della terra, 20 gradi Celsius (68 gradi Fahrenheit).

Il mantello esterno era composto da 144.000 pietre da rivestimento, tutte molto levigate e piatte con una precisione di 1/100 di pollice, spesse circa 100 pollici e del peso di ca. 15 tonnellate ciascuno.
Le fondamenta della pietra angolare della piramide hanno una struttura sferica in grado di affrontare l’espansione del calore e i terremoti.

La malta utilizzata è di origine sconosciuta (Sì, nessuna spiegazione fornita). È stato analizzata e la sua composizione chimica è nota ma non può essere riprodotta. È più forte della pietra e resiste ancora oggi.

I fatti della Piramide

Originariamente era ricoperta di pietre di rivestimento (fatte di calcare molto levigato). Queste pietre dell’involucro riflettevano la luce del sole e facevano brillare la piramide come un gioiello. Non sono più presenti essendo state usate dagli arabi per costruire moschee dopo che un terremoto nel 14° secolo ne ha distrutti molti. È stato calcolato che la piramide originale con le sue pietre di rivestimento si comporterebbe come specchi giganteschi e rifletterebbe una luce così potente da essere visibile dalla luna come una stella splendente sulla terra. In modo appropriato, gli antichi egizi chiamavano la Grande Piramide “Ikhet”, che significa “Luce gloriosa”. Come questi blocchi siano stati trasportati e assemblati nella piramide è ancora un mistero.

Allineata verso nord: la Grande Piramide è la struttura esistente meglio allineata affacciandosi al nord con solo 3/60° di grado di errore. La posizione del Polo Nord si muove nel tempo e la piramide è esattamente allineata ogni volta.

Centro della massa terrestre: La Grande Piramide si trova al centro della massa terrestre della terra. Il parallelo est/ovest che attraversa la maggior parte della terra e il meridiano nord/sud che attraversa la maggior parte della terra si intersecano in due punti della terra, uno nell’oceano e l’altro presso la Grande Piramide.

La Piramide di Cheope è l’unica al mondo ad avere 8 facce: le quattro facce sono concave, ed i blocchi sono stati disposti in modo da creare una depressione centrale su ognuno dei lati che la costituiscono, provocando una variazione di circa mezzo grado rispetto al piano ideale. Tuttavia, questo particolare è visibile solamente dall’alto.

Il forziere di granito nella “Camera del Re” è troppo grande per passare attraverso i corridoi e quindi deve essere stato messo a posto durante la costruzione.

La cassa era ricavata da un blocco di granito massiccio. Ciò avrebbe richiesto seghe in bronzo lunghe 8-9 piedi con denti di zaffiro. Lo scavo all’interno richiederebbe trapani tubolari dello stesso materiale applicati con un’enorme forza verticale.

L’analisi microscopica del forziere rivela che è stato realizzato con un trapano a punta fissa che utilizzava punte dure e una forza di perforazione di 2 tonnellate.

La Grande Piramide, una volta, aveva un ingresso con porta girevole una volta. Porte girevoli sono state trovate solo in altre due piramidi: rispettivamente in quella del padre e del nonno di Cheope; Sneferu e Huni.

È stato riferito che quando la piramide fu aperta per la prima volta, la porta girevole, del peso di circa 20 tonnellate, era così ben bilanciata da poter essere aperta spingendo verso fuori dall’interno con una forza minima, ma una volta chiusa, si adattava in modo millimetricamente perfetto tanto da renderne quasi impossibile la presenza e non esistevano abbastanza crepe o fessure attorno ai bordi per afferrarla dall’esterno.
Con la sua copertura, ormai inesistente, la Grande Piramide poteva essere vista dalle montagne di Israele e probabilmente anche dalla luna.

Il peso della piramide è stimato in 5.955.000 tonnellate. Moltiplicato per 10^8 fornisce una stima ragionevole di quello della massa terrestre.

Il Passaggio discendente indicava la stella polare Alpha Draconis, intorno al 2170-2144 a.C. Questa era la stella polare in quel momento. Da allora nessun’altra stella si è allineata con il passaggio.
L’asta meridionale nella Camera del Re indicava la stella Al Nitak (Zeta Orionis) nella costellazione di Orione, intorno al 2450 a.C. La costellazione di Orione era associata al dio egizio Osiride. Nessun’altra stella si è allineata con questo albero durante quel periodo nella storia.

La curvatura disegnata sulle facce della piramide corrisponde esattamente al raggio della terra.
La piramide di Cheope, conosciuta come la grande piramide di Giza, è la più antica e la più grande, con un’altezza di 481 piedi (146 metri). Gli archeologi affermano che è stata la struttura più alta del mondo per circa 3.800 anni.

/ 5
Grazie per aver votato!
Total
9
Shares
Related Posts
Total
9
Share